giovedì 10 settembre 2009

Burocrazia.net

Perché non abbiamo anche noi un “Quartier Generale Strategico per l’Information Technology”? Entro quattro anni il Giappone ha in programma di mettere in rete un portale (è stato definito “l’emporio” dell’amministrazione) che permetterà ai cittadini di accedere a una vastissima gamma di servizi pubblici: grazie alla “casella postale” on-line (niente paura, hanno assicurato che gli standard di sicurezza sono elevatissimi) i cittadini potranno gestire le loro informazioni personali, dal controllare la registrazione dei loro pagamenti per la pensione pubblica all’ottenere una copia del certificato di residenza (spero sia prevista anche la versione inglese). Il progetto fa parte della famigerata “e-Japan strategy”. Lo spirito è quello di “incoraggiare la creatività attraverso lo scambio di conoscenza tra i cittadini” e abbattere le barriere fisiche, geografiche ed economiche. Il tutto coprendo il 100% del territorio con reti internet ultra-veloci e realizzando “l’amministrazione pubblica elettronica”.

1 commento:

Luca da Osaka ha detto...

Speriamo che lo facciano visto che qui come sai se il certificato di nascita e' Kagoshima e tu vivi a Osaka, o ci vai di persona ho deleghi qualcuno perche non esiste per il momento la possibilita di avere certi documenti senza adare la con timbro personale ecc.

Fighissimo poi il problema con i nomi lunghi ho fatto la richiesta di un certificato sulle tasse che ho pagato l' anno scorso e il sistema mi tagliava l'ultima lettere sono diventati nevrastenici per stamparmelo con il nome completo.

Speriamo che la versione online sia a prova di Romaji